L’U.A.R. batte la Budapest Exiles RFC


Roma, 06 ottobre 2018 – L’Unione Avvocati Rugbysti, al primo test match amichevole dopo la vittoria della Coppa del Mondo di Rugby per avvocati a Chicago, dimostra di avere ancora fame e si impone in rimonta per due mete ad una.

Grazie all’invito dei Senatori dell’Unione Rugby Capitolina, é infatti giunta nella capitale la Budapest Exiles RFC, intenzionata a battere i “Campioni del mondo” in una bella giornata di Rugby.

Gli ungheresi partivano subito forte, trovando la meta su un’ingenuità della squadra romana.

Mentre si risistemavano sul campo, in attesa di riprendere il gioco, però, gli uomini della mischia UAR si guardavano in maniera decisa, scambiandosi sguardi di intesa. Max “Cocido” Guerrini e Federico “Zazzaroni” Altobelli, chiamavano la squadra alla reazione immediata. L’Avvocato Calistri, capitano di giornata, suonava la carica e gli avanti cominciavano a macinare metri su metri, placcando e recuperando palloni.

Usciva per una concussion l’Avv. Fabio De Angelis, in arte il “Demone”, solito esempio di aggressività e generosità.

Poco dopo l’UAR pareggiava i conti. Punto di incontro sui dieci metri ungheresi; pick and go al rallentatore dell’Avv. Parrilli che disorientava la difesa superando la linea del vantaggio. Palla a disposizione grazie ad un ottimo sostegno delle terze linee e rapido lancio del gioco da parte dell’Avv. Calistri, che liberava la corsa dei tre quarti fino all’ala. Era il Presidente Pennisi a lasciare sul posto l’ultimo avversario ungherese schiacciando l’ovale oltre la linea di meta.

La Squadra, non ancora sazia, continuava ad attaccare, legittimando la propria superiorità territoriale. Dopo una eccellente penetrazione della linea dei tre quarti, era Gatto Tavano a schiacciare in meta per il definitivo 2 a 1.

Da ultimo non può non essere segnalato l’esordio con la maglia dell’UAR di Marco Pauletti, per tutti “Polletto”, figlio d’arte del Cons. Avv. Enrico Pauletti, che ha onorato il campo con placcaggi e sudore, non facendo rimpiangere l’assenza del padre.

La piovosa giornata romana si é conclusa con un buon terzo tempo organizzato dai Senatori URC, e con l’invito a Budapest per la rivincita.

 

L’Unione Avvocati Rugbysti espugna Milano

Milano, 27 Gennaio 2018 – L’Unione Avvocati Rugbysti torna alla vittoria dopo la battuta di arresto contro il Rugby Club du Palais di Parigi, imponendosi contro i milanesi dell’Amatori Union Milano per 12 a 5.

L’U.A.R. esordiva in trasferta con la nuova maglia, e ci teneva a riprendere il cammino verso la coppa del Mondo di Rugby per Avvocati con un buon risultato. Così è stato, grazie ad una discreta prova corale, ed agli acuti del solito Avv. Ivano Ragnacci (Ragno) e del giovane Paolo Marini (Paloma), bravissimi a finalizzare il lavoro di una linea dei tre quarti davvero ben assortita. L’esperienza della mediana Calistri-Alesse consentiva poi di far correre i tre quarti senza mai rischiare troppo.

Iniziata alle 18.00 la partita diventava subito spigolosa per qualche fallo di troppo da entrambe le parti, rimanendo in equilibrio sino alla fine del primo tempo. La giovane età dei milanesi ne determinava una maggior freschezza atletica, ma alla lunga veniva fuori la maggior esperienza degli Avvocati Romani, che segnavano prima con il solito Ragnacci, al termine di una bella azione alla mano, e poi con Marini, all’esordio con l’UAR.

Ottima anche la prova di Iacolucci e del neo battezzato Avv. Burotti, quest’ultimo scalpato a fine gara come da tradizione, entrambi alla prima trasferta con la squadra, ma già parte del gruppo che partirà per Chicago. Da segnalare infine il gradito ritorno di Benno Rebecchini, autore del miglior placcaggio della gara, e di Ciccio Bello Fassina, reo di un passaggio con intercetto che portava alla meta dei meneghini ma autore complessivamente di un’ottima prestazione, entrambi al rientro con l’UAR dopo il mondiale di Londra del 2015.

Al termine della battaglia, portato a casa il risultato, ci sembra giusto riportare il commento sulla gara rilasciato sul proprio sito dagli avversari: “scherzosamente potremmo dire che gli avvocati si sono dimostrati molto forti non solo con le parole, ma anche nei placcaggi e nelle ruck, e ce le hanno suonate. La partita è stata “maschia” e vera, a riprova del fatto, ben noto, che nel rugby non ci sono partite amichevoli. Tutto però all’insegna della legalità!”

E’ vero “nel rugby non ci sono partite amichevoli”, diceva la buon’anima di Roberto Gentile, un grande del rugby romano, “e se nella squadra avversaria giocasse il mio migliore amico avrei il dovere di mandarlo all’ospedale con un placcaggio, perché così é il rugby. Poi però, dopo la partita, dovrei andarlo a trovare per portargli dei cioccolatini”.

 

Milano 27 gennaio 2018 – test match per l’U.A.R.

Roma, 16 gennaio 2018 – Tutto pronto per il test match che vedrà l’Unione Avvocati Rugbysti impegnata in data 27 Gennaio 2018 a Milano, al cospetto di una selezione di giocatori capeggiata dall’Avv. Massimiliano Lanzi.

La prima tappa di avvicinamento al prossimo Mondiale di Chicago, prevede dunque innanzitutto la durissima trasferta in terra milanese, dove l’UAR incontrerà la Amatori Union Rugby Milano, formazione di serie B, per tentare di alzare la propria “cilindrata” in vista degli impegni internazionali di Maggio.

La squadra partirà con Italo da Roma Termini, il prossimo venerdì 26 gennaio 2018 ore 16.10, e farà rientro nella capitale domenica 28 gennaio 2018, con il treno delle 11.15, pernottando presso la struttura sita in Milano, Via Via Roberto Lepetit, 33.

Il match si disputerà sabato 27 gennaio 2018, ore 18.00, presso l’impianto del Centro Sportivo Crespi, in Via Carlo Valvassori Peroni, 48. L’appuntamento in campo é per le ore 17.00 per iniziare il riscaldamento.

Dovrebbero seguire, nei mesi di febbraio e marzo, ulteriori test-match con rappresentative laziali, per verificare i progressi degli Avvocati rugbysti sulla strada per gli States, e completare la lista dei convocati per la spedizione transoceanica.

L’U.A.R. cede il passo al Rugby Club du Palais 7 a 18 con una meta nel finale

 Roma, 21 ottobre 2017 – L’U.A.R., imbattuta nel 2017, stecca la partita più importante della stagione, perdendo in casa con gli avvocati parigini del Rugby Club du Palais per 18 a 7.

Nel primo tempo grande equilibrio con gli avvocati romani stabilmente nella metà campo avversaria. Come sempre accade, però, non concretizzare le occasioni avute nei cinque metri dalla linea di meta, rafforza il morale degli avversari, e così nel finale del primo tempo i parigini andavano in vantaggio con un calcio di punizione prima, segnando una meta (non trasformata) poi. Si infortunavano Federico d’Angelo (Banditino) e l’Avv. Ivano Ragnacci (Ragno), e la squadra calava di tono.

Al riposo sul punteggio di 8 a zero, l’U.A.R. tentava una reazione di orgoglio, ma al primo errore erano ancora i francesi a schiacciare l’ovale oltre la linea di meta.

Fisicamente superiori, i transalpini legittimavano il vantaggio con una buona prestazione, schiacciando l’U.A.R. nel secondo tempo, e segnando ancora con il primo centro. Sul finire del secondo tempo gli avvocati romani si riaffacciavano nei ventidue metri avversari, e giungevano finalmente in meta con il “giovane Masetti”.

La partita, voluta per celebrare i dieci anni di storia della Unione Avvocati Rugbysti, terminava dunque sul punteggio di 18 a 7 per il Rugby Club du Palais, che con merito usciva vincitore.

Nel corso del terzo tempo, le squadre, legate da antica e solida amicizia, messe da parte le fatiche della battaglia sul campo, festeggiavano tra regali e fiumi di birra.

 

21 ottobre 2017 – Arrivano i francesi…aux armes citoyens!

21 ottobre 2017 – Roma – Impianto della Unione Rugby Capitolina – ore 12.00

Attraverseranno le Alpi con le peggiori intenzioni ed arriveranno nella capitale per metterla a ferro e fuoco. Sportivamente parlando s’intende.

A dieci anni di distanza dal primo incontro tra Unione Avvocati Rugbysti e Rugby Club du Palais la storia é sempre al stessa, i cugini si fronteggeranno sul campo e nessuna delle due squadre vorrà cedere il passo all’altra. Un anno fa, in terra di Francia, furono i parigini ad avere la meglio, battendo di misura gli avvocati romani, e vendicando la sconfitta subita a Londra nel 2015. Oggi il copione si ripresenta a parti invertite, con l’U.A.R. imbattuta nel 2017 all’incontro più importante dell’anno, vero punto di passaggio per sondare la maturità della squadra in vista dei mondiali di Chicago del 2018.

A due settimane dal big match il Coach sta cercando di far rapidamente dimenticare i recenti successi, ottenuti senza troppa fatica dall’Unione Avvocati Rugbysti, poiché stavolta la prova sarà certamente più ardua, vista anche l’età media degli avversari. Non si deve poi dimenticare che a novembre dello scorso anno, oltre a rimediare una sconfitta, l’UAR rientrò da Parigi con l’infortunio di “Ciccio bello” Dalé, motivo in più per non sottovalutare gli avversari ed arrivare alla partita del 21 ottobre con la giusta determinazione. Testa e cuore.

La partita si disputerà presso l’impianto dell’U.R.C: – Unione Rugby Capitolina il giorno 21.10.17 alle ore 12.00, sul campo in erba. Seguirà terzo tempo.

In serata le squadre festeggeranno dieci anni di amicizia in un noto locale romano, tra luppolo e meraviglie varie.

Parigi – 19 Novembre 2016 – UAR Vs Rugby Club du Palais

DSC_0074               Rivincita - Parigi

La rivincita in terra francese.

Ad un anno di distanza dall’ultimo incontro tra le due squadre, nella finale per il 5° e 6° posto ai Mondiali di Rugby per Avvocati svoltisi a Londra, in cui lL’UAR risultò vittoriosa a scapito dei cugini francesi aggiudicandosi il quinto posto alle spalle di Irlanda, Inghilterra, Australia e Scozia, ecco la possibilità della rivincita.

L’amicizia tra le due squadre di Roma e Parigi non ha ovviamente risentito del desiderio di rivalsa del Rugby Club du Palais, che questa volta, pur dopo una calorosa accoglienza, ha messo a dura prova il XV dell’UAR passando in vantaggio nel primo tempo con due mete. Poi, complice l’infortunio di “Ciccio Bello” Dalé, la squadra ha avuto una reazione di orgoglio, ed ha recuperato lo svantaggio accumulato dopo i primi 40 minuti. Decisiva é risultata però la voglia di riscatto dei francesi, che, per pochi punti realizzati dalla piazzola, si sono aggiudicati il Match 21 a 15 vendicando la sconfitta subita a Londra.

https://www.facebook.com/francoise.hecquet.5/videos/337352146626992/

Impegno internazionale per l’U.A.R. contro i colleghi inglesi – 30.04.2016

LRWC 2015: Italia-Francia (finale 5/6 posto)

LRWC 2015: Italia-Francia (finale 5/6 posto)

Sabato 30 aprile alle 11.00, è previsto il calcio d’inizio per un nuovo test match internazionale che vedrà impegnata l’U.A.R. contro i colleghi della Law Society di Londra.

Le due compagini si sono sfiorate ma non affrontate sul glorioso campo di Richmond durante la Law Rugby World Cup 2015, il mondiale dei togati rugbysti, avendo disputato le fasi di qualificazione in due diversi pool. La classifica finale della competizione ha visto i britannici macinare ottimo gioco e tante mete per approdare al secondo gradino del podio, cedendo il passo ad una devastante Irlanda. Gli azzurri hanno conquistato il 5° posto, imponendosi sulla Francia per 20 a 8.

Di certo per i togati azzurri non sarà una passeggiata, ma la sfida contro i britannici offre la possibilità di riportare il tricolore ai livelli più alti del rugby legale internazionale, cercando di replicare i successi delle edizioni della Coppa del Mondo del 2007 e del 2009, quando gli azzurri si piazzarono nelle primissime posizioni.

LRWC 2015: Eng-Irl (finale 1/2 posto)

LRWC 2015: Eng-Irl (finale 1/2 posto)

Grinta e determinazione, dunque, per una U.A.R. decisa a non cedere un solo centimetro di campo agli avversari. God save the Queen… from the italian rugby player!

L’appuntamento è fissato per sabato 30 aprile alle 11.00 sul campo dell’Unione Rugby Capitolina, in via Flaminia 867 a Roma.

In bocca al lupo alle due squadre. E per chi uscirà dal campo sconfitto, l’onore delle armi e la rivincita in birreria!

UAR – Senatori Capitolini (Roma 19/03/2016)

Nell’incontro amichevole tra l’U.A.R – Unione Avvocati Rugbysti e i Senatori dell’Unione Rugby Capitolina, disputato il 19 marzo sul campo della compagine Capitolina, gli avvocati impongono il loro gioco facendo funzionare tutti i reparti e quadrando la comunicazione tra avanti e trequarti.

Efficaci nei punti d’incontro, puntuali nella trasmissione ad una mediana veloce e precisa nello smistare la palla ai trequarti, presenti ed incisivi nelle fasi difensive. L’incontro si è chiuso per 6 -1 in favore degli avvocati che, nonostante il tennistico risultato finale, hanno faticato non poco per scardinare la linea di una sempre agguerrita e combattiva Capitolina.

Soddisfazione per il risultato positivo del test match, prova fondamentale in vista dell’incontro tra U.A.R. e Accademia della Marina Militare, in programma a Livorno il 09/04/2016.

Traingolare UAR – Senatori Capitolini – Old Rugby Spalato (Roma 28/02/2016)

Sotto pioggia battente, raffiche di vento e con un’atmosfera transilvanica, i Senatori dell’URC si aggiudicano il gradino più alto del podio del triangolare, uscendo imbattuti dal campo.

L’Unione Avvocati Rugbysti, perdendo una meta a zero lo scontro diretto, nonostante un’ottima prestazione cede il passo all’organizzata compagine dei Senatori in un agguerrito match che vede i togati più volte a un passo dalla meta o dentro l’area di marcatura, ma senza concretizzare.

Nell’ultimo incontro i togati si impongono per 4 mete a 0 su una Old Rugby Spalato lenta nella trasmissione nel pallone ma molto brava a sfruttare l’imponente struttura fisica dei giocatori, sempre presenti e molto incisivi nelle azioni in percussione e nei punti d’incontro. Da segnalare, inoltre, un’ulteriore meta annullata per gli avvocati dell’UAR.

Nel terzo tempo, mentre fuori infuriava la bufera, le tre squadre si sono fronteggiate ottenendo un appagante pareggio nell’attacco congiunto a carbonara, arrosto e patate. (nella foto i tre capitani durante i saluti finali e la premiazione).

In attesa di rivederci in campo (certamente molto presto con i Senatori URC per una rivincita; e magari nel prossimo anno in visita agli amici di Spalato), l’UAR ringrazia gli organizzatori capitolini della giornata e saluta con affetto il più antico club di Rugby della città croata che dal 1959 vive e onora stili e tradizioni del mondo ovale.