International Bar Games – ATHENS 2021

Parigi, 11 Luglio 2019 – Ore 13.30 – E’appena terminata la premiazione della prima edizione del “Giochi Internazionali degli Avvocati” a Parigi, presso la Maison du Barreau, al numero 2 di Rue de Harlay, che dal palco il capo della delegazione greca rilancia, per la seconda edizione, la candidatura di ATENE 2021.

L’Italia, nel Rugby a 7, é stata rappresentata dai giocatori dell’U.A.R. – Unione Avvocati Rugbysti – associazione sportiva che fa riferimento all’Ordine degli Avvocati di Roma, tenendo alto il tricolore in terra francese, e battendo in finale l’Ocean Rugby Club (FRANCE) per 5 mete a 2.

I ragazzi guidati dal Coach Alfredo De Angelis, infatti, utilizzando per l’occasione la muta di maglie fatta pervenire dalla F.I.R. – Federazione Italiana Rugby, hanno vinto la medaglia d’oro di Rugby a 7 battendo proprio una squadra di Parigi.

Al momento della premiazione, alla quale gli sconfitti non si sono presentati, un doveroso ringraziamento é stato indirizzato dal Presidente Avv. Salvatore Pennisi al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Parigi, nelle persone di Mme Le Batonnier Marie-Aimée Peyron e del suo Vice M. Basile Ader, non solo per aver premiato personalmente gli Avvocati romani, ma per aver organizzato in maniera eccelsa un evento sportivo multidisciplinare che ha riunito Avvocati di tutto il mondo, dalla Mongolia alla Repubblica Ceca.

Dopo aver brindato alla vittoria, dunque, la squadra é rientrata nella capitale, ripetendo come un mantra le parole pronunciate dal palco dagli organizzatori: “Au revoir”!

 

L’UAR vince la medaglia d’oro ai Jeux Internationaux des Barreaux

Parigi, 10 Luglio 2019 – E’ successo di nuovo, l’UAR  (questa volta in formazione seven) dopo essersi laureata Campione del Mondo a Chicago nel 2018, ha vinto la medaglia d’oro di Rugby ‘7 ai Jeux Internationaux des Barreaux, rimanendo imbattuta in terra francese.

La squadra magistralmente condotta dal Coach Alfredo De Angelis ha pareggiato la gara di apertura dei Giochi 1-1 con l’Ocean Rugby Club, per poi battere con una meta sul finale 3-2 il Rugby Club du Palais trascinata dai giovani dott. Federico “Mazinga” Masilla e dott. Marco “Giovanna” Aquisti. L’ultima partita del pool di qualificazione é stata pareggiata per 3-3 con lo SPAB. Imbattuti, dunque, e pronti a giocare il tutto per tutto in finale, di nuovo contro l’Ocean Rugby Club.

E’ stato proprio in questo momento che la squadra, stanca ed innervosita, é stata presa per mano e ricondotta sulla via maestra dal suo capitano, l’Avv. Federico Golino, per tutti “il campione”. Un placcaggio spacca ossa, e due sgroppate palla alla mano che hanno fatto perdere agli avversari il conto delle sue primavere (42).

Poi é stato il dott. Francesco Monanni a togliersi la toga dello studio Capone-Cioccarelli dalle spalle e ad impugnare il badile per completare il lavoro, conducendo le orde dell’UAR a superare per ben cinque volte la linea di meta avversaria. Da segnalare, tra i tanti, le prestazioni maiuscole del dott. Paolo “Paloma” Marini, inesorabile in attacco, Marco “Pollo” Pauletti, e di Francesco Ascantini, quest’ultimo mai così disciplinato, al punto da farsi perdonare un giallo a pochi minuti dalla fine.

E’ successo dunque di nuovo, si diceva, stavolta a Parigi. L’UAR si é imposta in finale 5-2 vincendo la medaglia d’oro di Rugby a 7, schierando in campo una formazione frutto di un mix perfetto tra vecchi leoni e giovani promesse. Ieri, oggi e domani.

Parigi 2019 – UAR’7 pronta per varcare le Alpi

Roma, 05 Luglio 2019 – Tutto pronto per la partecipazione ai Jeux Internationaux des Barreaux che si terranno la prossima settimana a Parigi, dal 09 al 12 Luglio.

Stavolta non basteranno gli elefanti a sorprendere sulle Alpi i romani dell’UAR’7, guidati dal Coach Alfredo De Angelis.

Sciolta la riserva sui 14 convocati, ecco i nomi degli Avvocati che rappresenteranno l’UAR in formazione Seven ai primi Giochi Internazionali riservati alla categoria forense:

Salvatore Pennisi, Gianluca Calistri, Emanuele Parrilli, Claudio Ghia, Claudio Bova, Francesco Monanni, Federico Golino, Federico Masilla, Nicolò De Mattei, Gianandrea Giacometti, Ivano Ragnacci, Marco Pauletti, Matteo Coffaro e Paolo Marini.

Con dispiacere non ha potuto far parte della spedizione, con defezione dell’ultim’ora, l’Avvocato Onofri (frattura di due vertebre).

Le gare si terranno mercoledì sera (10 Luglio) presso l’impianto di Issy les Moulineaux, con inizio alle ore 19.00. Dopo un girone eliminatorio all’italiana, sono previste in serata le finali per primo e terzo posto alle ore 21.30 e 21.50, mentre la premiazione avrà luogo il giorno seguente, alle ore 12.30 a Parigi, presso la Maison du Barreau.

La delegazione dell’UAR sbarcherà in terra francese martedì all’ora di pranzo, ed alloggerà presso l’Hotel Paris-Marais, in modo da poter svolgere la rifinitura, in tutta tranquillità, in uno dei parchi della capitale francese. Venerdì é previsto il rientro in Patria.

Tutto é dunque pronto. Per Aspera ad Astra. Alé UAR!

Alfredo De Angelis é il nuovo coach dell’UAR ‘7

Roma – Lunedì 20 Maggio 2019, Alfredo De Angelis ha accettato di allenare la squadra di Rugby a 7 dell’UAR in vista degli appuntamenti di fine stagione.

Alfredo, che indossò nel 2007 a Parigi la maglia dell’UAR come giocatore, trascinandola in finale, é oggi uno stimato tecnico della Federazione e si é negli anni specializzato nel Rugby a 7. Da lì l’idea del Coach Francesco Grillo che, per rafforzare la preparazione della UAR ‘7 in vista dei Jeux Internationaux des Barreaux, ha pensato di coinvolgerlo nella Road to Paris.

Da lunedì 27 maggio, dunque, gli allenamenti saranno improntati alla preparazione tecnica e fisica dei giocatori con specifica attenzione alle dinamiche del seven, mentre nel mese di giugno, più a ridosso dell’evento, si raddoppieranno le sessioni con l’aggiunta del giovedì, nell’orario di pranzo.

Toccherà infine al nuovo Coach dell’UAR ‘7 stilare la lista definitiva dei 14 convocati che scenderanno in campo a Parigi dall’08 luglio prossimo, selezionandoli tra i 25 nominativi sottoposti dal Consiglio alla sua attenzione.

Jeux Internationaux des Barreaux PARIS 2019 – 8-12 Luglio 2019

Roma, 12 aprile 2019 – L’Unione Avvocati Rugbysti é stata ufficialmente invitata a partecipare ai “Jeux Internationaux des Barreaux PARIS 2019” che si svolgeranno nella capitale francese dal giorno 08 al 12 luglio 2019, con una squadra di Rugby a 7, ed ha confermato la propria partecipazione.

L’invito proviene direttamente dal “responsable des Sports au Barreau de Paris (SPAB)” essendo la manifestazione ufficialmente organizzata dall’Ordine degli Avvocati di Parigi, ed é diretta conseguenza degli ottimi rapporti intrattenuti, nell’ultimo decennio, con gli amici del Rugby Club du Palais. La manifestazione internazionale, avrà ampio respiro, e porterà gli avvocati di tutto il mondo a sfidarsi in vari sport, quali atletica, basket, volley, golf, scacchi, scherma, calcio, nuoto, tennis e rugby a 7, appunto.

Confidando nel supporto dei propri sponsor e nel sostegno determinante del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati d Roma, l’UAR invierà dunque in terra francese la propria squadra di rugby a 7, per competere ancora una volta a livello internazionale, tentando di dare lustro all’Avvocatura italiana. Il Torneo dovrebbe svolgersi, al dire degli organizzatori, nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato.

Per maggiori informazioni, si rimanda al sito ufficiale della manifestazione.

L’U.A.R. vince la tappa beach Old di Terracina

Terracina – 15 luglio 2018 – Sembra non fermarsi più la serie positiva dell’Unione Avvocati Rugbysti, che nello scorso week end in versione “Togabeach” over 35, ha vinto il torneo di beach rugby organizzato presso lo stabilimento Rive di Traiano di Terracina.

Gli Avvocati sbarcavano in spiaggia con la seguente formazione: Parrilli, Spampinato, Altobelli, Vecchietti, Calistri, Ghia, Ragnacci, Armelisasso, Bova, La Rosa, Noli.

Dopo aver pareggiato per 3-3 le prime due partite del girone con Villa Pamphili e Colleferro, gli Avvocati schiantavano la franchigia mista romano-terracinese, giungendo secondi nel girone.

Nella finale per il primo posto però la musica cambiava. Gli Avvocati scendevano sulla sabbia ben compatti e determinati, e così una dopo l’altra sgretolavano le certezze del Villa, imponendosi per 6 a 1.

Degna di nota la prestazione dell’Avv. Ivano Ragnacci, metaman della squadra.

 

L’U.A.R. vince la Lawyers Rugby World Cup 2018

26 Maggio 2018 – Chicago (USA) – L’UAR batte in finale l’Inghilterra 18-16 e si laurea campione del mondo aggiudicandosi la IV edizione della Lawyers Rugby World Cup.

E’ successo davvero. La squadra italiana allenata dal Coach Francesco D’Angelo ha raggiunto l’ambizioso obiettivo prefissato dal Consiglio all’inizio del proprio mandato: vincere la Coppa del Mondo di Rugby degli Avvocati.

11 anni fa l’Unione Avvocati Rugbysti aveva dovuto arrendersi in finale contro i Colleghi scozzesi, vincitori delle prime due edizioni del Campionato del Mondo di Rugby (Parigi 2007 ed Edimburgo 2009), mentre non era andata oltre al 5° posto nell’ultima edizione di Londra 2015, vinta dagli irlandesi.

Questa volta però la partecipazione alla IV edizione della Lawyers Rugby World Cup era stata presa molto sul serio, e per tempo erano state programmate tappe di avvicinamento al Mondiale sia sotto il profilo tecnico che logistico. E così, uno dopo l’altro sono arrivati nel corso dell’ultimo anno e mezzo di presidenza Pennisi una serie di successi sportivi, quali la Coppa TORCI, il Roma Seven Veterans, e lo Scudetto Italiano Old, culminati oggi nella conquista della Coppa più prestigiosa.

La Squadra degli Avvocati italiani é sbarcata a Chicago portando 40 giocatori di età compresa tra i 25 ed i 56 anni, che si sono battuti come leoni per un unico grande obiettivo: la vittoria!

Così nel primo giorno di gare l’U.A.R. ha affrontato i padroni di casa di Chicago vincendo 41-0, infliggendo un punteggio severo grazie alle accelerazioni dei suoi tre quarti, tra cui merita menzione Paolo “Paloma” Marini.

Nella seconda partita l’U.A.R. ha dovuto affrontare gli inglesi in un partita durissima. Alcune intemperanze hanno portato la squadra italiana, in vantaggio nel primo tempo, a giocare il secondo in 13 contro 15, consentendo ai sudditi di Sua maestà di recuperare e chiudere la gara sul 12-10 in proprio favore.

L’ultima partita del pool diveniva dunque fondamentale per l’accesso alla finalissima, ed ancora una volta a contendere il prestigioso traguardo, arrivavano i “cugini” francesi. Il Rugby Club du Palais di Parigi, veniva travolto 33 a 5, ponendo l’obiettivo a portata di mano.

La squadra italiana, composta da un mix di “vecchi leoni” reduci dalle precedenti tre edizioni della coppa, e di “nuove leve” pronte a liberare la propria aggressività sul campo, si compattava in maniera straordinaria in vista della rivincita in finale con gli inglesi. Parole importanti nello spogliatoio precedevano l’entrata in campo della squadre, la voglia di riscatto e la fame di vittoria, iniettavano di sangue gli occhi degli Avvocati Rugbysti.

Il XV iniziale veniva schierato con: Rossi, Pamphili, Guerrini, De Mattei, Altobelli, Grillo, Monanni, Onofri, Lo Greco, Masilla, D’Angelo, Iacolucci, Marini, Cappelletti, Masetti.

Pronti-via, meta inglese con una rolling maul avanzante e un calcio di punizione trasformato. 8 a 0. A questo punto saliva in cattedra Alessandro Iacolucci, che cominciava a dispensare lampi di gioco, costringendo i britannici nella propria metà campo. La mediana girava a cento all’ora e gli avanti aggredivano gli avversari lasciandoli senza fiato. Max “Cocido” Guerrini trascinava la prima linea in mischia chiusa, mentre Athos Onofri segnava una meta di prepotenza. Calcio di punizione tra i pali trasformato da Paolo Marini e meta di Federico “Mazinga” Masilla a sugellare la superiorità italiana sui tre quarti. Nuova meta inglese di mischia. 13 a 13 e partita tesissima, fino all’entrata in campo di Benedetto “Benno” Rebecchini a mediano di mischia che rompeva gli equilibri. Un errore di intemperanza della seconda linea Federico “Toro” Altobelli, consentiva agli inglesi di portarsi sul 16 a 13 grazie ad un calcio di punizione a tre minuti dalla fine.

Ma gli italiani rialzavano la testa e si affidavano al talento ed alla rabbia dei giovani. Ovale recuperato da Iacolucci lungo la linea di touche, corsa in equilibrio per non uscire dal campo e calcio profondo a scavalcare la difesa inglese…poi gara di velocità verso la linea di meta. Secondi interminabili con il tempo che scorreva, con il cuore in gola, con le ultime energie a disposizione…uno, due, tre inglesi contendevano al tre quarti centro l’ovale che continuava a danzare verso la linea di meta, poi oltre, ed infine lo sprint decisivo ed il tuffo per schiacciarlo nell’area di meta, tra una selva di braccia inglesi. Incredibile. Bellissimo. Pazzesco.

18 a 16. Campioni del Mondo!

RLWC – Chicago U.S.A. 22-27 Maggio 2018 – Dettagli della trasferta

Roma, 09 gennaio 2018 – L’Unione Avvocati Rugbysti inizia il nuovo anno rendendo noti i dettagli della trasferta in terra statunitense, che la vedrà impegnata a Chicago nella Coppa del Mondo di Rugby riservata agli Avvocati (RLWC 2018).

Il Consiglio direttivo ha riservato n. 30 biglietti aerei di andata e ritorno per la squadra, con volo  di linea diretto American Airlines Roma FCO – Chicago. La partenza é prevista per il giorno 22 Maggio 2018, ore 11.05, ed il ritorno per il giorno 27 Maggio 2018 ore 16.55 (locali), con rientro nella capitale alle ore 09.05 di lunedì 28 Maggio 2018.

La squadra alloggerà presso l’ostello Freehand di Chicago, dalla notte del 22 maggio 2018 a quella del 26 maggio 2018 compresa, in otto stanze quadruple con bagno in camera.

Nel pomeriggio del 23 Maggio 2018 ci sarà il welcome party e la cerimonia di apertura della Coppa del Mondo, mentre le gare eliminatorie si disputeranno giovedì 24, e le finali venerdì 25 Maggio 2018. Seguirà la festa di chiusura della manifestazione.

Ulteriori dettagli saranno resi noti alla fine del corrente mese di Gennaio, mentre entro la fine di Febbraio il Coach chiuderà la lista dei 30 convocati.

L’Unione Avvocati Rugbysti vince lo Scudetto C.I.R.O.

Roma, 30 settembre 2017 – impianto Tre Fontane – L’Unione Avvocati Rugbysti ha vinto lo “Scudetto C.I.R.O.”, trofeo nazionale del Comitato Interregionale Rugby Old, laureandosi a pieni voti Campione d’Italia Rugby-Old.

La squadra del Coach D’Angelo é partita subito forte, imponendo ai Thaka’ Tani di Asti il gioco dei propri tre quarti, sotto la guida attenta dalla mediana Calistri-Lo Greco. Sono arrivate così le mete di Signorelli, Ragnacci, Vecchietti e del neo acquisto Volino. Lo “score” finale aggiudicava l’incontro agli Avvocati per 5 mete a 3.

L’Avv. Fabio De Angelis lasciava il campo dopo circa dieci minuti per una frattura alla mano, rimediata in un placcaggio spettacolare; a lui gli auguri di pronta guarigione.

Nella seconda partita, decisiva per la vittoria della coppa, la squadra romana ha dovuto affrontare i Pirati, sbarcati nella capitale da Livorno.

Pronti-via l’UAR prendeva le misure all’avversario, placcando e correndo, correndo e placcando. Il Coach aveva chiesto di evitare cali di tensione e la squadra ha risposto sul campo. Questa la formazione: 1 Fraraccio, 2 Fregonese, 3 Guerrini, 4 D’Angelo, 5 Cecchi, 6 Ghia, 7 Parrilli, 8 Altobelli, 9 Calistri, 10 Lo Greco, 11 Ragnacci, 12 Signorelli, 13 Alesse, 14 Pauletti, 15 Golino.

I Livornesi hanno cercato di aprire un varco nella difesa dell’UAR utilizzando primo e secondo centro, giocatori di ottimo livello, ma hanno trovato una diga tra Signorelli ed Alesse, e sono stati respinti.

E’ dunque salita in cattedra la mediana, che ha dettato i tempi di gioco sgretolando la difesa avversaria. Lo Greco ha spaccato la partita, gli avanti hanno spaccato gli avversari. Sono nate così le mete di Ragnacci, Golino e Lo Greco, ed é stata ammainata la bandiera pirata.

Dulcis in fundo é arrivata la sesta meta, firmata dal Presidente Avv. Salvatore Pennisi: calcio di spostamento di Signorelli dai 22, con ovale che rotolava lungo la linea di touche dimostrando di non voler uscire dal campo, rincorsa di cinquanta metri, raccolta del pallone, smanacciata sull’estremo livornese e meta in tuffo! Fantastico. Indimenticabile.

Da menzionare anche la prova del generosissimo Avv. Pauletti, decano dei tre quarti, che ha dato tutto sino ad un placcaggio duro con concussion. Portato in ospedale per accertamenti, é stato affidato alle cure del dott. Vecchietti (La Vecchia) che ne ha “sondato” le condizioni in nottata.

L’Unione Avvocati Rugbysti é dunque Campione d’Italia Old.

Nemmeno il tempo di rifiatare ed il Coach ha già richiamato tutti all’ordine: il 21 Ottobre arriveranno dalla Francia gli Avvocati di Parigi, intenzionati al sacco di Roma, per cui il “Bandito” ha chiesto agli avanti di preparare la brace, ai tre quarti di portare gli spiedi…in attesa dei galletti.

Sabato 30 settembre 2017 – Tre Fontane – Scudetto C.I.R.O.

Il 30 settembre 2017, dalle ore 14.00 in poi, si svolgeranno le finali nazionali del Torneo denominato C.I.R.O. – Comitato Interregionale Rugby Old, presso l’impianto sportivo Tre Fontane all’EUR.

L’Unione Avvocati Rugbysti, vincitrice della Coppa TORCI nel luglio scorso, se la vedrà per il primato a livello nazionale con i Pirati  di Livorno ed i Thaka’ Tani di Asti, in un triangolare che opporrà gli Avvocati alle compagini vincitrici dei tornei interregionali del Centro-Nord.

La prima partita é fissata per le ore 16.30, ed il torneo dovrebbe terminare in serata con il classico Terzo Tempo.

La formazione romana, rimaneggiata per alcune assenze importanti, si é preparata per l’appuntamento con grande attenzione.

L’obiettivo minimo che si é posto il Coach D’Angelo é il solito: la vittoria.

Per maggiori info: C.I.R.O. – 30 settembre 2017